L'idea

L'idea
I Minimal Incipit nascono dall’abbinamento tra le prime righe di un romanzo (incipit) e un segno grafico minimale che ne rappresenta l’essenza. Realizzati digitalmente e stampati principalmente su cartoncino pressato formato A4, si posso richiedere anche in formati più grandi.
Gli elementi grafici minimali realizzati con la predominanza di un unico colore, li rendono particolarmente adatti ad integrarsi in un qualsiasi ambiente come complemento di arredo o elemento principale.
•    nella libreria
•    su ripiani
•    appesi al muro con il patafix™
•    incorniciati

I Minimal Incipit si dividono in tre edizioni:
•    Classici
Gli incipit più amati dal pubblico, i grandi e intramontabili classici della letteratura, da Omero a Kafka passando per Tolstoj e Manzoni.
•    Contemporanei
Gli incipit dei romanzi più significativi del '900 (Calvino, Hemingway, King…) insieme ad alcuni autori italiani dei nostri giorni che hanno dato il permesso per la realizzazione del proprio Minimal Incipit (Biondillo, Tavola, Pavone, Baccomo, Muzzopappa).
•    Favole
Non tutte le favole iniziano con "C'era una volta…" e questa edizione ne è la dimostrazione. La prima tiratura è dedicata alle favole classiche.


I Minimal Cult
I Minimal Cult sono un progetto realizzato da due menti malat... ehm, geniali. La parte grafica è curata da Giancarlo Pasquali, esperto talento visivo che trasforma in immagini - ovviamente minimal - le parole di Marco goi alias Cannibal Kid, il blogger che si occupa della parte "letteraria", incentrata su post cinematografici semiseri. Il risultato di questa unione? Una serie di locandine super stilose accompagnate da divertenti recensioni dedicate ad alcuni film cult di ieri come di oggi. Il cinema non è mai apparso così minimal. E così figo.
Per leggere le recensioni dei Minimal cult basta andare qui.


L'autore
Minimal Incipit è un'idea del grafico pubblicitario C[h]erotto (all’anagrafe Giancarlo Pasquali) nato qualche anno fa con le idee non ancora ben chiare su quello che farà da grande: è indeciso tra il grafico e l’edicolante. Da bambino sfoga la propria creatività disegnando, da adulto (più o meno) nulla cambierà: ed ecco che, nell’indecisione, è la bizzarra vocazione per il mestiere di grafico ad avere la meglio. Grazie all’amore congiunto per grafica, fumetti, letteratura e stile minimale, in una notte di novembre del 2012 nascono i Minimal Incipit.

Intervista all'autore sul blog Pensieri Cannibali

Intervista all'autore sul blog Letterarte

Recensione su Cartaresistente